SEO – Tecniche di base (1)

digg

Il SEO – acronimo per Search Engine Optimization – è l’insieme delle tecniche tramite cui si cerca di aumentare la propria visibilità nei risultati dei motori di ricerca. In un’epoca dove le ricerche si moltiplicano e l’attenzione al vaglio dei risultati è sempre più bassa (e strumenti come Google Instant non aiuteranno certo ad alzarla), essere ai primi posti è fondamentale.

 

Guardate questo grafico tratto da uno studio di Chitika sulla relazione fra la percentuale di traffico e l’allontanarsi dalla prima pagina dei risultati di Google:

 

 

 

 

Visto l’abisso che c’è già fra la prima e la seconda pagina (143%), ognuno vorrebbe essere primo su Googlequando un utente digita le parole chiave relative alla propria attività.

Ma parliamoci chiaro. Spingere un sito in alto nei risultati di ricerca sta diventando sempre più difficile. Le tecniche aggressive e al limite della correttezza (fra cui il cosiddetto black hat SEO), e gli investimenti massicci delle grandi aziende, rendono la caccia al top ranking qualcosa di molto complesso – specie se si agisce su keyword generiche come “libri” o “vestiti”.

 

Tuttavia, è comunque buona prassi strutturare delle pagine web SEO oriented: sia perché risultano più semplici da trovare per i motori di ricerca, sia perché con una buona geolocalizzazione dei contenuti è ancora possibile ottenere dei risultati in termini di “scalata verso l’alto”.

 

In primo luogo, è necessario identificare l’area di interesse del sito che andiamo a promuovere, e le keyword che lo rappresentano al meglio.

Prendiamo come esempio un ristorante in corso Magenta a Milano, con specialità pesce, di nome “Le Giare”. Evidentemente, usare come parole chiave semplicemente “ristorante” e “Milano” non ci aiuterà molto (sono troppo abusate). Meglio concentrarsi su qualcosa di più preciso, come “ristorante Milano corso Magenta”, “specialità pesce Milano”, e così via.

 

Se il sito non è ancora stato messo online e il dominio è ancora da acquistare, cercate di ottenere un URL che contenga le keyword principali invece del semplice nome dell’azienda: ad esempio, www.ristorantemilanopesce.it.

 

[continua…]

 

(Credits: Timbradbury.com)

[17/01/2011]

 

 

Articoli correlati

SEO – Tecniche di base (2)

L’esplosione del content marketing

Aggiungi commento

Top of Form

Nome (richiesto)

E-Mail (richiesta)

Sito web

1000 caratteri rimasti

Notificami i commenti successivi

Aggiorna

Invia

Bottom of Form